In movimento
Pubblichiamo la traduzione dell'appello delle donne degli Stati Uniti verso lo sciopero dell'8 marzo a firma tra le altre di Angela Davis, Cinzia Arruzza e Nancy Fraser.
Rassegna dal web
Lorenzo Mari
(da Carteggi Letterari)*
Partendo da un dato culturale che può sembrare spicciolo come la carne di maiale e il suo consumo, il libro di Bukowski invita a riconsiderare un insieme complesso di fenomeni socio-politici, economici e culturali, che, in ultima istanza, sarebbe davvero di cattivo gusto (e non solo) dare per scontati e acquisiti, per poi pagare, a tutti i livelli, le conseguenze di questa faciloneria.
Nota quotidiana
Leonardo Filippi
(da Left)*
La classe dirigente del Pd conferma di avere una sensibilità assai lontana da quella della gente comune, e di conoscere poco o niente i bisogni di chi ogni giorno fa la spesa. E per l’ennesima volta i vantaggi di questa “piccola rivoluzione” potrebbero finire in gran parte nelle tasche dei giganti che già spadroneggiano nella catena agroalimentare
Rassegna dal web
Daniele Bassi
("Il senso della Repubblica")*
La monumentale opera di uno dei più importanti dirigenti bolscevichi, nonché del più acuto e radicale oppositore di Stalin, è – per ampiezza, documentazione e diretto coinvolgimento dell’autore – una delle più significative testimonianze sulla Rivoluzione del 1917.
Rassegna dal web
Diego Giachetti
(da popoff)*
La Storia della rivoluzione russa è un’opera unica nel suo genere. Innanzi tutto perché è la storia di una rivoluzione scritta da uno dei suoi principali protagonisti, poi per l’ampiezza della trattazione, nello spazio e nel tempo, per l’acutezza delle analisi e la vivacità delle descrizioni.
Rassegna dal web
Franco Foschi
(da Carmillaonline)*
"Uno dei libri più intensi, dolorosi e preziosi di questo periodo".
Nota quotidiana
Augusto Illuminati
(da Dinamopress)*
Trotsky le metteva in scena con lo stesso metodo dei film di Ėjzenštejn: sceglie alcuni individui tra la folla, li mostra in un momento di apatia o di eccitazione e fa loro esprimere lo stato d’animo con una frase o con un gesto, poi ci mostra di nuovo la folla, una folla densa e accalorata, percorsa da un’ondata di emozione o lanciata all’attacco; e riconosciamo subito l’emozione o l’atto adom
Condividi contenuti