Corrispondenze
Lorenzo Declich*
Una parte dell'Italia non vuole parlare dei regimi, perché scardinano il racconto "comodo" di un mondo arabo-islamico messo in ginocchio dai terroristi. Però nella "mancanza di democrazia" in quei paesi, giocano ancora ruoli da protagonisti vecchi e nuovi tiranni "laici" e "nazionalisti" che nel 2011 le rivoluzioni arabe avevano provato a cancellare dalla storia.
Nota quotidiana
Giuliano Santoro*
Una salma ha attraversato l’Italia per cinquecento chilometri, per arrivare dal foggiano alla basilica di San Lorenzo al Verano. È il corpo di Padre Pio, richiamato a Roma da Papa Francesco per "ravvivare" le sorti un po’ traballanti del «Giubileo della Misercordia».
Nota quotidiana
Simone Pieranni
(da il Manifesto)*
Pubblichiamo l'articolo con cui Simone Pieranni ricorda, sul Manifesto, Giulio Regeni e la sua collaborazione col giornale nel raccontare le battaglie dei più deboli, dei lavoratori, dei sindacati per i propri diritti.
Nota quotidiana
Intervista ad Andrès Ruggeri*
Un'intervista ad Andrès Ruggeri, a cura di Euricse, sull’esperienza delle “fabbriche recuperate”, approfondita su un piano politico, sociologico, economico e antropologico.
Nota quotidiana
Casa dei Diritti Sociali*
Un'iniziativa di raccolta fondi per sostenere la famiglia di Shahzad, il ragazzo ucciso nel 2014 a Tor Pignattara, lanciata in occasione della presentazione di "Al Palo della morte" di Giuliano Santoro, che narra proprio quelle vicende.
Tempi moderni
Valerio Renzi*
A Milano si incontrano i partiti della destra europea guidati da Marine Le Pen e Matteo Salvini. No euro, sovranità nazionale e lotta all'immigrazione: il progetto per il futuro del vecchio continente che sarà presentato al convegno. Presenti anche esponenti del partito Russia Unita del presidente Vladimir Putin.
Rassegna dal web
Alberto Prunetti*
Un’incursione in quattro movimenti tra le due guerre mondiali, il fascismo e il colonialismo italiano. Da “L’invisibile ovunque” del collettivo Wu Ming a “Adua” di Igiaba Scego fino a “Al palo della morte” di Giuliano Santoro. Più uno spin-off.
Condividi contenuti