Nota quotidiana
Marco Bertorello
(da il manifesto)
I greci, oltre alle sacrosante necessità di dire dei no, si trovano obbligati anche a inventarsi delle alternative, e per ora sembrano di stampo Keynesiano. Ma Keynes nel contesto attuale potrebbe non bastare.
Cronache dalla crisi
Intervista ad Eric Toussaint
di Rosa Moussaoui*
Ai miei occhi, questo debito è dunque illegittimo, poiché contratto in gran parte per soddisfare gli interessi privati delle banche straniere o di alcuni settori della Grecia. Il piano di aggiustamento strutturale imposto alla Grecia è odioso, poiché ha portato alla violazione dei diritti fondamentali dei cittadini greci.
Nota quotidiana
Matteo Pucciarelli e
Giacomo Russo Spena*
Mentre le misure imposte dalla Troika distruggevano il Paese, il partito di Tsipras ha innovato le pratiche e sostenuto l'auto-organizzazione dal basso dei cittadini: ambulatori e scuole popolari, mense del mutuo soccorso, mercati senza intermediari, cooperative socio-lavorative. Entrando in rapporto e contaminandosi con i movimenti, anche i più radicali.
Tempi moderni
Odei
Fra le pieghe del ddl sulla Concorrenza che approderà in consiglio dei ministri il 20 febbraio c’è una sorpresa davvero spiacevole per gli editori e le librerie indipendenti. Il comunicato dell'Osservatorio degli editori indipendenti.
Nota quotidiana
Marco Bertorello
(da Micromega)*
Esiste una specificità ellenica, ma la Grecia è la punta estrema di politiche economiche adottate nell’intera eurozona. E la lotta all'austerity non passa per la moneta ma per la ristrutturazione del debito pubblico, ormai insostenibile, che negli anni di crisi è aumentato in tutti i Paesi. Questa è la questione che dovremmo affrontare anche in Italia.
Accade a sinistra
Salvatore Cannavò
(Da il fattoquotidiano)
"Occorre andare oltre la sinistra classica perché la storica distinzione “destra-sinistra” rischia di non parlare più alle condizioni vere delle persone, ai loro bisogni materiali. Penso che occorra andare a una sinistra sociale." Intervista a Maurizio Landini.
Nota quotidiana
Giacomo Russo Spena
(da Micromega)*
“La Grecia è il Paese di Sofocle, che con l'Antigone ci ha insegnato che esistono momenti in cui la legge suprema è la giustizia”, le prime parole dei dirigenti di Syriza. Così è stato. Adesso si aprirà una nuova fase.
Condividi contenuti