In movimento
Non una di meno*
Vogliamo NON UNA DI MENO a occupare lo spazio pubblico, a riprendersi la decisione sul corpo e sulla vita, a incarnare la forza – immensa – delle donne.
Nota quotidiana
Antonio Moscato*
Fidel Castro è stato venerato sinceramente dalla maggioranza dei cubani, ma anche considerato da altri responsabile di tutti i problemi dell’isola. In ogni caso è stato indubbiamente un grande trascinatore. Guevara, anche nel momento in cui stava lasciando Cuba, aveva ribadito la sua grande ammirazione per lui.
Nota quotidiana
Maria Rosa Cutrufelli
(da Leggendaria)
La storia di Mika in realtà parla di noi, perché ci pone degli interrogativi brucianti (sul coraggio e sulla paura, sulla politica e sulla ribellione) che ancora non hanno trovato risposta.
Rassegna dal web
Enrico Manera
(Da Doppiozero)*
Con autoironia e senza autoindulgenza, Pascarella ci mostra come la sete di fiction e il suo sfruttamento commerciale, nichilista e parossistico, sia alla base della degenerazione del giornalismo.
Nota quotidiana
Cinzia Arruzza
Per opporsi a Trump bisogna evitare di fare l'errore commesso con Berlusconi in Italia, abbandonando una volta per tutte l’idea che il "menopeggismo", che ha già causato seri danni, sia un’opzione perseguibile.
Nota quotidiana
Selene Pascarella
Come si costruiscono narrative di liberazione partendo dalla cronaca nera?
Corrispondenze
Pablo Iglesias*
La crisi finanziaria del 2007, prima o poi, avrebbe dovuto avere una traduzione politica. Negli USA si chiama Trump, in Francia Le Pen e in Spagna Podemos. Ci assomigliamo in qualcosa? In niente, quello che si assomiglia sono i momenti politici.
Condividi contenuti