Nota quotidiana

Alegre libera tutti

Il Dipartimento dell'editoria ci ha negato il piccolo finanziamento a cui abbiamo diritto come cooperativa giornalistica. Faremo ricorso, ma dall'anno prossimo non chiederemo più questi fondi. Vogliamo farcela da soli, ma insieme a voi. Perchè Alegre o è un progetto collettivo o non è.

Cari e care amici e amiche, ogni fine anno è un'occasione di bilanci e di valutazioni sul nostro futuro. La frase, furba, in genere serve a chiedere aiuto. E così sarà anche questa volta. Del resto, il mondo editoriale è tappezzato di buchi e di aiuti amichevoli hanno bisogno un po' tutti. Per noi si è verificata una situazione particolare che potrebbe metterci al tappeto ma che vogliamo trasformare in una reazione rabbiosa. Il Dipartimento per l'Editoria ci ha negato i fondi pubblici - poche migliaia di euro, non pensate subito male - che ci spettano in quanto cooperativa editoriale giornalistica. Ce li ha negati per una serie di cavilli per risolvere i quali, tra l'altro, abbiamo dovuto spendere un sacco di soldi. Il classico danno con beffa. Noi faremo ricorso, cercheremo di ottenere quello che ci sembra un diritto ma, allo stesso tempo, abbiamo deciso di reagire attaccando. Dal prossimo anno non chiederemo più questi fondi, ci vogliamo liberare da questo legame. Quelle poche migliaia di euro ci hanno consentito finora di tenere in fragile equilibrio questa nostra piccola scialuppa ma pensiamo che sia più salutare dedicare le nostre energie mentali, le poche forze concrete e anche alcune risorse a fare i libri, tenere in vita il sito-giornale, costruire piccoli eventi culturali - come le feste di Letteraria - partecipare alle fiere e mettere in cantiere nuovi progetti.
Di una casa editrice come la nostra, del resto, crediamo ci sia molto bisogno. Per sostenere l'indignazione generale e darle voce come stiamo facendo con Pianeta indignato; per organizzare una riflessione accurata sull'alternativa alla crisi, su come uscirne con idee che non siano la rimasticatura delle idee classiche della sinistra tradizionale; per sostenere l'impegnativa eredità che ci ha lasciato Stefano Tassinari con Letteraria; per provare ad accogliere nuovi autori e autrici nel nostro programma come in parte faremo nel 2013 con il contributo di personalità come Wu Ming, Angelo Ferracuti, Massimo Carlotto; per continuare a far circolare idee importanti sul piano internazionale come con L'elogio della politica profana di Daniel Bensaid che uscirà sempre nel 2013. E c'è bisogno del nostro sito per avere con continuità approfondimenti e riflessioni sui movimenti, la politica e la cultura internazionali.

Tre passi per andare avanti

Dunque non ci fermiamo e rilanciamo.
Però dovete aiutarci. Lo diciamo davvero e vi proponiamo un piano a più stadi.
1. Il primo aiuto, che è anche un regalo che vi potete fare, è aderire alla Campagna 10X10, un abbonamento a dieci nostri titoli del 2013 al prezzo di 10 euro l'uno per 100 euro di sottoscrizione. Vi regalate in anticipo i nostri titoli con circa il 30% di sconto. Chi si abbonerà entro il 31 gennaio, inoltre, riceverà in regalo un titolo del nostro catalogo a scelta. Come vedete, è conveniente.
2. Il secondo tassello, invece, è una classica sottoscrizione, più ampia con una proiezione anche a livello internazionale.
3. Infine vogliamo ragionare con serietà sull'ipotesi di modificare la nostra struttura societaria per ampliarci con nuove energie, intellettuali e finanziarie.
Come vedete, abbiamo voglia di esserci e di provarci ancora. Finora ci abbiamo messo molto impegno e abbiamo utilizzato molte risorse nostre, senza chiedere aiuto a nessuno. Ora, però, dobbiamo provare a fare un salto. Se non ci riusciremo chiuderemo perché Alegre non è un progetto che può pensare di stare da solo in un mercato oligopolistico come il mercato editoriale italiano, dove i 4 gruppi editoriali più grandi sono anche proprietari delle maggiori catene di promozione, distribuzione e vendita di libri. E magari anche di qualche grande giornale e/o televisione. Il nostro o è un progetto collettivo oppure non esiste. Ma proprio per questo pensiamo che ci riusciremo.

Se vuoi sottoscrivere subito l'abbonamento 10x10, ricevendo a casa con spedizione a nostro carico le nostre prime 10 uscite del 2013, più subito un titolo a tua scelta del nostro catalogo, al costo di 100 euro puoi farlo tramite paypal, carta di credito o carta pre-pagata premendo questo pulsantino:





Oppure puoi sottoscrivere con versamento con bollettino postale sul ccp n. 6538238 intestato a Edizioni Alegre soc. cooperativa giornalistica, Circonvallzione casilina 72/74 00176 Roma. Oppure tramite bonifico bancario a questo Iban: IT68 I056 9603 2150 0000 3459 X60.

Appena hai sottoscritto l'abbonamento puoi scegliere il titolo omaggio dal nostro catalogo ordinandocelo alla mail redazione@edizionialegre.it, o al numero 06/45445002