Nota quotidiana
Alberto Prunetti
(da il lavoro culturale)*
In una puntata della sua rubrica di multisegnalazioni su il lavoro culturale, dedicata nello specifico all'immaginario working class, Alberto Prunetti segnala sia Uccidi Paul Breitner di Luca Pisapia che Mutualismo di Salvatore Cannavò.
Nota quotidiana
Giampiero Rossi
(dal Corriere della Sera)*
Ma «oltre ad esercitare forme di solidarietà, il mutualismo ha senso soltanto se assume anche forma di resistenza, se rappresenta centri capaci di organizzare lotte e rivendicazioni». Cioè deve assumere una connotazione conflittuale. E su questo aspetto il libro insiste non poco.
Nota quotidiana
Pino Narducci
Del gruppo che fece esplodere il tritolo davanti all’ambasciata argentina all’Esquilino non abbiamo mai saputo più nulla. Le Brigate internazionaliste Che Guevara ebbero una vita brevissima, la più effimera tra le migliaia di effimere storie di tutte le sigle che attraversarono le drammatiche vicende politiche e sociali del nostro paese negli anni Settanta.
Nota quotidiana
Giuliano Milani
(da Internazionale)
Il volume, uscito nel 1981 e oggi disponibile in italiano, anticipa le riflessioni del femminismo intersezionale e mostra come solo pensando insieme le differenti forme di oppressione (di genere, razziali, di classe) si possa pervenire a una vera emancipazione.
Nota quotidiana
Paolo Berdini*
Un estratto dal libro "Roma, polvere di stelle" di Paolo Berdini che inquadra il ruolo di Luca Lanzalone, oggi tra gli arrestati nell'inchiesta sul nuovo stadio della Roma.
Nota quotidiana
Francesco Raparelli
(da Dinamopress)*
Tornare alle origini, infatti, significa esplorare le storie “minori”, quelle allora sconfitte ma oggi dense d’attualità; trovare – inaspettatamente e nella crisi più drammatica della politica antagonista – il futuro alle spalle.
In movimento
Giulio Calella
Dall'8 al 10 giugno a Roma il Festival di Letteratura sociale della nostra casa editrice.
Condividi contenuti