Corrispondenze
Felice Mometti
In questi giorni si vedono foto di Chavez nel Bronx, dove il presidente venezuelano fece nascere un esperimento di "nuovo internazionalismo" con la fornitura di gasolio per il riscaldamento proprio nel cuore dell'impero. Ma nel 2010 il progetto si interruppe, con il disappunto dei futuri militanti di Occupy Bronx.
Rassegna dal web
Maria Rosa Cutrufelli
Come è nato l'8 marzo nel racconto di Maria Rosa Cutrufelli per il libro "Lavoro vivo": "Quel maledetto giorno di marzo, nonostante il venticello tiepido e l’aria già di primavera, mi sentivo particolarmente inquieta. Non so perché, ma avvertivo sottopelle una specie di malessere..."
Nota quotidiana
Marco Rovelli
(La sinistra è morta! Viva la sinistra!)
Nota quotidiana
Antonio Moscato
Riportiamo un piccolo stralcio da un capitolo inserito in appendice al libro Fidel e il Che, importante per capire il complesso rapporto tra il leader venezuelano appena scomparso e il leader cubano, scovando analogie e differenze nelle rispettive biografie.
Nota quotidiana
Piero Maestri*
Un cambiamento epocale che alcuni di noi avevamo immaginato. Si conferma che il movimento operaio, per come lo abbiamo conosciuto, è finito e che occorre creare una nuova soggettività alternativa
In movimento
L'8 marzo la rete Donne contro la crisi avvia la campagna di solidarietà con l'ospedale autogestito Ellenikon. Un tour di incontri con l'attivista greca Sonia Mitralias
Nota quotidiana
Antonio Moscato
La scomparsa di Hugo Chávez farà capire bene quanto ha pesato nell’intero continente la sua personalità, e in Venezuela farà venire alla luce molti dei problemi della rivoluzione, a partire da un potere finora fortemente centralizzato intorno a una persona sola.
Condividi contenuti