Rassegna dal web
Maurizio Ricciardi
da il manifesto
Profana è la politica che pensa la rivoluzione senza attribuirle il carattere unico dell'evento, che punta a una trasformazione radicale dello stato presente delle cose, senza attribuirle il carattere necessario di una storia sacra. La recensione di "Elogio della politica profana" di Daniel Bensaïd.
In movimento
Forum Movimenti per l'acqua
Se è grande il disordine sotto il cielo, una forte iniziativa dei movimenti dal basso diventa necessaria per attraversarlo e segnare un punto netto di avanzamento sociale per la riappropriazione dei beni comuni.
Nota quotidiana
Gennaro Carotenuto
Jorge Bergoglio è un esponente tipico della destra peronista. Mette i poveri al centro del suo apostolato, è ostile ai politici ma è stato vicino alla dittatura militare. Eppure ha reso omaggio ai sacerdoti assassinati da questi ultimi. E' in realtà l'erede di Wojtyla.
Nota quotidiana
Le elezioni sono state solo l'epifenomeno di un cambiamento in atto da tempo. Ora non serve ricostruire i vecchi strumenti politici ormai in macerie nè fare astratti "fronti di opposizione". Serve un processo che parli alle nuove forme di politicizzazione, superando le organizzazioni esistenti.
Nota quotidiana
Giulio Calella
Nel dibattito sul finanziamento pubblico ai partiti sbagliano sia Bersani che Renzi, ma anche lo stesso Grillo. Andrebbe abolito non solo quello pubblico ma anche quello privato, e finanziata la democrazia e l'autorganizzazione dei cittadini.
Nota quotidiana
Salvatore Cannavò
Grillo è il primo partito tra le tute blu, i disoccupati e i lavoratori autonomi. La crisi e l'austerità erodo gli elettorati tradizionali di centrodestra e centrosinistra
Accade a sinistra
Roberto Firenze
Un seminario internazionale ad Atene, delle forze anticapitaliste europee, si confronta con le prospettive di Syriza e con le differenze con Francia, Spagna e Italia
Condividi contenuti