Tsipras chi?

Il leader greco che vuole rifare l'Europa
di: Matteo Pucciarelli Giacomo Russo Spena

Der Spiegel l’ha definito “il nemico numero uno dell’Europa”, ma lui si sente nemico solo della finanza e dei poteri forti e vuole un’Europa sociale e solidale. Alexis Tsipras, classe 1974, incarna la più concreta alternativa europea alle politiche d'austerity imposte dalla trojka. E dopo aver trasformato le varie aree neo e post-comuniste in un unico soggetto (Syriza) oggi, secondo i sondaggi, guida il primo partito greco.
Il libro ripercorre la sua storia politica, dal movimento No Global alla nascita di Syriza, analizza la genesi della crisi economica e come essa ha influito sul sistema politico contribuendo all'enorme successo del partito di Tsipras e all'implosione dei socialisti del Pasok. Gli autori ne presentano il programma senza nascondere i dibattiti interni al suo partito, il reale radicamento sociale ma anche le difficoltà di fronte all’ipotesi di un governo anti-sistema.
Syriza rappresenta ormai un laboratorio inedito per la sinistra radicale in crisi in tutta Europa. La sua proposta, allo stesso tempo riformista e rivoluzionaria, sta accendendo in Italia le fantasie degli orfani della sinistra. Suscitando anche i timori dei poteri forti di Bruxelles.

«Personalmente sono convinto di una cosa: la ricetta che ci hanno imposto dalla leadership europea sarà insegnata nelle facoltà di Economia. E diranno: “Avete visto come si sono mossi? Ecco, fate il contrario”».
Alexis Tsipras

«Non state distruggendo un bel niente, state reagendo all’autodistruzione del sistema. Tutti conosciamo la classica scena tratta da cartoni animati come, per esempio, Tom e Jerry. Il gatto raggiunge l’orlo del precipizio ma continua a camminare, ignorando il fatto che sotto i suoi piedi non c’è il suolo su cui procedere. Inizia a cadere solo quando guarda in basso e vede il vuoto. È tutto qui, quello che state facendo. Voi dite a coloro che sono al potere: “Amico, guarda giù”. E loro cadono».
Slavoj Žižek

Gli autori:
Matteo Pucciarelli è nato a Livorno nel 1984. Giornalista di Repubblica, lavora nella redazione di Milano. Collabora con Micromega e cura un blog su Micromega.net. Ha scritto Gli ultimi mohicani, una storia di Democrazia Proletaria (Alegre, 2011) e L'armata di Grillo. Radiografia del Movimento 5 stelle (Alegre, 2012).

Giacomo Russo Spena è nato a Roma nel 1981. Giornalista di Micromega, in passato ha lavorato per il manifesto e Il Riformista. Ora collabora anche con l'Espresso.it e Il Fatto del lunedì. Blogger de l'Huffington Post, ha scritto con Daniele Nalbone Ripuliti, postfascisti duerante e dopo Berlusconi (Castelvecchi, 2012).

Valeria Parrella è nata nel 1974 e vive a Napoli. E' autrice di testi teatrali, racconti e romanzi, tra cui Lo spazio bianco (Einaudi, 2008) e Tempo di imparare (Einaudi, 2014). Per Alegre ha partecipato alla raccolta di racconti Sorci verdi (2011).

PUOI ACQUISTARE IL LIBRO SUBITO CON IL 15% DI SCONTO E SENZA SPESE DI SPEDIZIONE

Leggi un assaggio:

You are missing some Flash content that should appear here! Perhaps your browser cannot display it, or maybe it did not initialize correctly.

la scheda del libro:
autore/i:
Matteo Pucciarelli
Giacomo Russo Spena
prefazione: Valeria Parrella
prezzo: 12€
pagine: 128
isbn: 9788898841059
date uscita: 04/2014