Uccidi Paul Breitner - Michael Braun da "Internazionale"

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF

Da Éric Cantona a Paul Breitner, da Roberto Baggio a Robin Friday, da Rinus Michels a Helenio Herrera, da Bill Shankly ad Arrigo Sacchi: il libro Uccidi Paul Breitner di Luca Pisapia attraversa il calcio degli ultimi cento anni con grande leggerezza e invidiabile conoscenza. Ma non è un libro sul calcio. È un libro sul potere, sull'economia, sui mezzi d'informazione che del calcio si servono. Intorno a tre mondiali – Argentina '78, Stati Uniti '94 e Brasile 2014 – sviluppa un racconto con la forza di un vero e proprio romanzo dove s'incrociano elementi di finzione e la cruda realtà di uno sport nato con il capitalismo ma intriso di cultura proletaria, strumento di dittature sanguinare come il fascismo italiano e il regime dei generali argentini, ma anche palestra di tanti rivoluzionari. Incontriamo torturatori nazisti e terroristi dell'estrema sinistra tedesca, quelli della Raf; incontriamo il fascino eterno del calcio, spazio di estro e di libertà, ma anche la sua forza come moderno oppio dei popoli. Una lettura tanto preziosa quanto divertente non solo per i patiti del pallone, ma anche per chi è interessto a sapere di più sugli strumenti, spesso subdoli, impiegati dal potere politico ed economico.