Il calcio nasce moderno - Dario Falcini su "Rolling Stones"

Versione stampabileInvia a un amicoVersione PDF

Che ci fanno le foto di Ulrike Meinhof e Andreas Baader in un libro sul calcio? Sono loro i compagni che sbagliano oppure il connazionale Paul breitner, campione del mondo maoista e reo di aver accettato i soldi di una marca di dopobarba? A questa e altre domande non risponde questo libro, imperdibile per chi setaccia la Rete e le librerie in cerca di un discorso alto e altro sul pallone. Non ci prova nemmeno a dare dei verdetti il giornalista Luca Pisapia, perché il suo vero obiettivo è "piazzare detonatori" tra le contraddizioni dello sport più amato. Nelle pagine si mischiano la vita di Cantona e le riflessioni sul soft power calcistico, citazioni di Ballard ed elegie di Romario. Un volume che trasla di continuo dalla fiction alla saggistica con l'obiettivo ultimo di combattere la retorica nostalgica sul football (nicchia quanto mai florida), sport "nato già moderno e quindi mercificato".