AntoloGaia

Vivere sognando e non sognare di vivere: i miei anni Settanta
di: Porpora Marcasciano

«Amichessa, questo è il paradiso: si mangia, si beve, si scopa, ci si droga, senza bisogno di soldi! E poi mare, sole e nudismo. Questo è il comunismo». [...]

Podemos

La sinistra spagnola oltre la sinistra
di: Matteo Pucciarelli Giacomo Russo Spena

È stata la sorpresa delle ultime elezioni europee in Spagna e i sondaggi la proiettano oltre il 25%, prima forza politica del paese. Una esplosione che ha visto i suoi iscritti online arrivare in pochi mesi quasi a 300 mila. [...]

Il derby del bambino morto

Violenza e ordine pubblico nel calcio
di: Valerio Marchi

Roma, 21 marzo 2004. Prima del derby Roma-Lazio, intorno all'Olimpico si verificano duri scontri tra tifosi e forze dell'ordine.[...]

Diario di zona

di: Luigi Chiarella (Yamunin)

Raccontare Torino e l'Italia dei nuovi anni 10 dal basso delle strade, coi piedi sui pedali, e da più in basso ancora, dai seminterrati, dal buio delle cantine, dalle spelonche sotto l'asfalto dove si annidano loro.
Loro. I contatori dell'acqua. Rotelline girano, lancette indicano numeri, quadranti dicono qualcosa. L'acqua che corre nei tubi costa e va pagata. [...]

Nota quotidiana

Cercasi alternativa

Marco Bertorello (da il manifesto)

I greci, oltre alle sacrosante necessità di dire dei no, si trovano obbligati anche a inventarsi delle alternative, e per ora sembrano di stampo Keynesiano. Ma Keynes nel contesto attuale potrebbe non bastare.

Cronache dalla crisi

In Grecia come altrove: "Il debito è un mezzo di ricatto per imporre le politiche neoliberali"

Intervista ad Eric Toussaint di Rosa Moussaoui*

Ai miei occhi, questo debito è dunque illegittimo, poiché contratto in gran parte per soddisfare gli interessi privati delle banche straniere o di alcuni settori della Grecia. Il piano di aggiustamento strutturale imposto alla Grecia è odioso, poiché ha portato alla violazione dei diritti fondamentali dei cittadini greci.

Nota quotidiana

Mutualismo vs austerità: il segreto del successo di Syriza

Matteo Pucciarelli e Giacomo Russo Spena*

Mentre le misure imposte dalla Troika distruggevano il Paese, il partito di Tsipras ha innovato le pratiche e sostenuto l'auto-organizzazione dal basso dei cittadini: ambulatori e scuole popolari, mense del mutuo soccorso, mercati senza intermediari, cooperative socio-lavorative. Entrando in rapporto e contaminandosi con i movimenti, anche i più radicali.

Tempi moderni

Legge sullo sconto dei libri: un’amara sorpresa nel ddl concorrenza

Odei

Fra le pieghe del ddl sulla Concorrenza che approderà in consiglio dei ministri il 20 febbraio c’è una sorpresa davvero spiacevole per gli editori e le librerie indipendenti. Il comunicato dell'Osservatorio degli editori indipendenti.

Nota quotidiana

Il laboratorio greco e il diritto all'insolvenza

Marco Bertorello (da Micromega)*

Esiste una specificità ellenica, ma la Grecia è la punta estrema di politiche economiche adottate nell’intera eurozona. E la lotta all'austerity non passa per la moneta ma per la ristrutturazione del debito pubblico, ormai insostenibile, che negli anni di crisi è aumentato in tutti i Paesi. Questa è la questione che dovremmo affrontare anche in Italia.

Accade a sinistra

“Basta con i partitini: sinistra sociale per battere Renzi”

Salvatore Cannavò (Da il fattoquotidiano)

"Occorre andare oltre la sinistra classica perché la storica distinzione “destra-sinistra” rischia di non parlare più alle condizioni vere delle persone, ai loro bisogni materiali. Penso che occorra andare a una sinistra sociale." Intervista a Maurizio Landini.

Nota quotidiana

Syriza, le ragioni della vittoria

Giacomo Russo Spena (da Micromega)*

“La Grecia è il Paese di Sofocle, che con l'Antigone ci ha insegnato che esistono momenti in cui la legge suprema è la giustizia”, le prime parole dei dirigenti di Syriza. Così è stato. Adesso si aprirà una nuova fase.

gli altri articoli

L'amore degli insorti

di: Stefano Tassinari

Amianto

Una storia operaia
di: Alberto Prunetti

Nuova Rivista Letteraria

Nuova rivista Letteraria 10 - Novembre 2014

n° 10

Silvia Albertazzi, Harry Browne,Marco Boccaccini, Wolf Bukowski, Marco Caselli Nirmal, Giuseppe Ciarallo, Maria Rosa Cutrufelli, Franco Foschi, Adalinda Gasparini, Agostino Giordano, Fabrizio Lorusso, Lorenzo Mari, Cristina Muccioli, Alberto Prunetti, Sergio Rotino, Viviana Salvati, Gino Scatasta, Alberto Sebastiani, Paolo Vachino, Massimo Vaggi.


La rivista ERRE

LA CRISI NON E' FINITA - ERRE N. 51

EDITORIALE
Cambiare si può (Salvatore Cannavò)

PRIMO PIANO
L'Europa, la crisi, la sinistra (Josep Maria Antentas)

TEMPI MODERNI
Contratto nazionale, storia di una caduta (Andrea Martini)[...]