Giulio Regeni, le verità ignorate

La dittatura di al-Sisi e i rapporti tra Italia ed Egitto
di: Lorenzo Declich

“Verità per Giulio Regeni” è lo slogan dell’importante campagna di Amnesty International, che chiede nomi e cognomi degli assassini del ricercatore italiano. Questo libro però parla di altre verità, già note eppure ignorate. E che suonano come un esplicito atto d’accusa. [...]

Ada Colau, la città in comune

Da occupante di case a sindaca di Barcellona
di: Giacomo Russo Spena Steven Forti

Quella di Ada Colau, classe 1974, occupante di case divenuta sindaca di Barcellona, è la storia di un’alternativa possibile nel governo delle grandi città europee travolte dalla crisi. [...]

Settantadue

#DialisiCriminale
di: Simone Pieranni

Reparto di nefrologia, dal greco nephròs, νεϕρός, che sarebbe il rene. Quando lo mangi, lo chiami rognone.
In questa stanza bianca si riunisce una società segreta. Appesi alla Macchina che filtra il sangue, uomini e donne stringono legami all'insegna di un'obliqua camaraderie. [...]

Al palo della morte

Storia di un omicidio in una periferia meticcia
di: Giuliano Santoro

Roma, nella testa di molti abitanti del centro, finisce al Pigneto. Per questo capita di sentire domande come: «Per andare a Tor Pignattara faccio il Raccordo?». Tanti romani non hanno idea di dove sia Tor Pignattara, non sanno che si trova proprio a due passi dal Pigneto e dai suoi aperitivi. Ogni quartiere col nome di una torre è già al Palo della morte. [...]

ì
Rassegna dal web

Stay pinned to the machine, break yourself off: su “Settantadue”

Adriano Masci*

Un libro dal notevole peso specifico, che è difficile da calcolare, perché quando lo hai in mano e cominci a sfogliarlo sembra entrarti in vena più che gravarti sul palmo, come recita l’esergo: il sangue è più denso dell’acqua.

Nota quotidiana

Guerre vere e guerre immaginarie. Sull'uso del concetto di geopolitica

Marco Bertorello (da Micromega)*

Siamo passati dall'infatuazione per la teoria dell'Impero di Antonio Negri e Michael Hardt, la quale in qualche misura marginalizzava il ruolo degli Stati-nazione, alla rimozione della globalizzazione, e dunque, al ritorno allo Stato-nazione.

Nota quotidiana

Giulio Regeni e le verità ignorate

Lorenzo Declich*

Un libro che andava fatto al più presto perché prima il depistaggio, poi il processo di insabbiamento, così come lo stesso concentrarsi sul bisogno di una verità che "faccia giustizia", rischiano di oscurare alcune pressoché definitive constatazioni riguardo a chi e perché porta le responsabilità di ciò che è successo a Giulio Regeni.

Nota quotidiana

La Macchina che lava il sangue e racconta storie

Paolo Foschini (dal Corriere della Sera)

Scritto con zero pietismo e con la bella ruvidità di un noir è un cocktail di autobiografia e invenzione, dove quest'ultima è in realtà il cambiamento di nomi o la fusione di storie diverse ma tutte, nella sostanza, vere.

Rassegna dal web

Girone in Italia durante l’arbitrato

Matteo Miavaldi (da il manifesto*)

Matteo Miavaldi, autore del libro I due marò, analizza i dettagli della decisione della Corte dell’Aja sul ritorno in Italia di Salvatore Girone.

Rassegna dal web

La Gran Loggia dei Dializzati

Valerio Renzi*

Non solo si soffre e si cammina per sentieri mai battuti, ma si ride a crepapelle. Perché il cinismo e l'ironia sono l'antidoto migliore al lasciarsi andare, a vivere a contatto diretto con la morte in una società che cerca l'elisir di lunga vita. Un'ironia coltivata con disciplina e costanza.

Nota quotidiana

Al confine tra città e periferia

Andrea Staid Giuliano Santoro

Una chiacchierata tra Andrea Staid e Giuliano Santoro su Al Palo della Morte, pubblicata sul numero di maggio di A – Rivista Anarchica.

La danza delle mozzarelle

Slow food, Eataly, Coop e la loro narrazione
di: Wolf Bukowski

Kobane, diario di una resistenza

Racconti di una staffetta di solidarietà
di: Rojava calling

Nuova Rivista Letteraria

Nuova rivista Letteraria n. 3 Nuova Serie - maggio 2016

n° 13

Silvia Albertazzi, Wolf Bukowski, Giuseppe Ciarallo, Lorenzo Declich, Franco Foschi, Luca Gavagna, Agostino Giordano, Milena Magnani, Adriano Masci, Cristina Muccioli, Alberto Prunetti, Sergio Rotino, Marco Rovelli, Giuliano Santoro, Simone Scaffidi, Alberto Sebastiani, Paolo Vachino, Massimo Vaggi, Wu Ming 1.