Hevalen

Perché sono andato a combattere l'Isis in Siria
di: Davide Grasso

Rojava. In curdo vuol dire “ovest”, ma per arrivarci dobbiamo andare verso est, giungere nelle terre che un tempo chiamavamo Asia minore.[...]

Il Che inedito - nuova edizione

Il Guevara sconosciuto anche a Cuba
di: Antonio Moscato

Da trent’anni il mito Guevara cresce ma questo non significa che lo si conosca meglio. Anche a Cuba, per decenni, si è preferito venerare l’icona del “guerrillero eroico”, senza fare i conti, ad esempio, con la sua riflessione critica sul “socialismo reale”.[...]

Storia della rivoluzione russa

di: Lev Trotsky

L’appassionante affresco degli otto mesi che trascorsero tra la rivoluzione di febbraio e l’insurrezione rivoluzionaria di ottobre. Otto mesi straordinari dal punto di vista storico e politico in cui il tempo accelerò bruscamente.[...]

Siria, la rivoluzione rimossa

Dalla rivolta del 2011 alla guerra
di: Lorenzo Declich

La Siria oggi è ridotta in macerie, più di un terzo della popolazione è fuggito all’estero e un altro terzo ha dovuto abbandonare le proprie abitazioni. Le vittime civili sono più di mezzo milione e circa il doppio i feriti e mutilati. Tutto questo nella sostanziale indifferenza delle cosiddette “democrazie avanzate”. [...]

Rassegna dal web

Il cotechino non è neutrale, nemmeno se è di seitan

Lorenzo Mari (da Carteggi Letterari)*

Partendo da un dato culturale che può sembrare spicciolo come la carne di maiale e il suo consumo, il libro di Bukowski invita a riconsiderare un insieme complesso di fenomeni socio-politici, economici e culturali, che, in ultima istanza, sarebbe davvero di cattivo gusto (e non solo) dare per scontati e acquisiti, per poi pagare, a tutti i livelli, le conseguenze di questa faciloneria.

Nota quotidiana

Sacchetti biodegradabili: dietro le bufale del Pd, gli affari milionari della grande distribuzione

Leonardo Filippi (da Left)*

La classe dirigente del Pd conferma di avere una sensibilità assai lontana da quella della gente comune, e di conoscere poco o niente i bisogni di chi ogni giorno fa la spesa. E per l’ennesima volta i vantaggi di questa “piccola rivoluzione” potrebbero finire in gran parte nelle tasche dei giganti che già spadroneggiano nella catena agroalimentare

Rassegna dal web

Riflessioni sul centenario della rivoluzione d'ottobre

Daniele Bassi ("Il senso della Repubblica")*

La monumentale opera di uno dei più importanti dirigenti bolscevichi, nonché del più acuto e radicale oppositore di Stalin, è – per ampiezza, documentazione e diretto coinvolgimento dell’autore – una delle più significative testimonianze sulla Rivoluzione del 1917.

Rassegna dal web

Trotsky, come si narra una rivoluzione dopo averla fatta

Diego Giachetti (da popoff)*

La Storia della rivoluzione russa è un’opera unica nel suo genere. Innanzi tutto perché è la storia di una rivoluzione scritta da uno dei suoi principali protagonisti, poi per l’ampiezza della trattazione, nello spazio e nel tempo, per l’acutezza delle analisi e la vivacità delle descrizioni.

Rassegna dal web

Qualcosa di nuovo sul fronte orientale

Franco Foschi (da Carmillaonline)*

"Uno dei libri più intensi, dolorosi e preziosi di questo periodo".

Nota quotidiana

Il "profeta armato" di vincitori e vinti

Augusto Illuminati (da Dinamopress)*

Trotsky le metteva in scena con lo stesso metodo dei film di Ėjzenštejn: sceglie alcuni individui tra la folla, li mostra in un momento di apatia o di eccitazione e fa loro esprimere lo stato d’animo con una frase o con un gesto, poi ci mostra di nuovo la folla, una folla densa e accalorata, percorsa da un’ondata di emozione o lanciata all’attacco; e riconosciamo subito l’emozione o l’atto adombrato dal gesto individuale.

Nota quotidiana

10 libri 100 euro. Solo narrazioni disintossicate

Giulio Calella

Da oggi fino al 31 gennaio 2018 è possibile sottoscrivere l'abbonamento 10x10 alla nostra attività editoriale e/o acquistare i primi dieci titoli della collana Quinto Tipo sempre per 100 euro. Garantiamo solo narrazioni disintossicate.

gli altri articoli

Epica senza eroi
Girolamo De Michele (da il lavoro culturale)*
Un protagonista in terza persona
Claudia Scandura (da il manifesto*)
Conoscenza, battaglia perduta
Roberto Saviano (da L'Espresso*)

Sono rom e ne sono fiera

Dalle baracche romane alla Sorbona
di: Anina Ciuciu

Meccanoscritto

di: Collettivo MetalMente con Wu Ming 2 e Ivan Brentari

Nuova Rivista Letteraria

Nuova rivista Letteraria n. 5 Nuova Serie - maggio 2017

n° 15

Silvia Albertazzi, Daniel Bensaid, Wolf Bukowski, Giulio Calella, Giuseppe Ciarallo, Maria Rosa Cutrufelli, Valerio Evangelisti, Franco Foschi, Luigi Franchi, Roberto Gastaldo, Luca Gavagna, Daniele Giglioli, Agostino Giordano, PLV, Fabrizio Lorusso, Franco Minganti, Cristina Muccioli, Gian Piero Piretto, Alberto Prunetti, Sergio Rotino, Gino Scatasta, Alberto Sebastiani, Paolo Vachino.